Chiesa di San Silvestro in Capite

 

Nelle cronache di quel tempo viene riportata la presenza a Roma di Bernardino Ochino per la prima volta nella Pasqua del 1533, ivi chiamato da Siena per le omelie quaresimali. Sicuramente era accompagnato anche dal confratello Michelangelo. Fu in quella circostanza che i frati di Siena ebbero l’occasione di conoscere le nobildonne Caterina Cybo, e Vittoria Colonna, che - nei periodi durante i quali soggiornavano a Roma - erano solite essere ospiti del convento delle monache Clarisse di San Silvestro nella omonima piazza al centro della città. Le cronache riportano che l’incontro avvennenella vicina Chiesa di San Silvestro in Capite. In quella occasione la duchessa di Camerino, Caterina Cybo informò Bernardino circa la sua decisione di fondare il nuovo ordine dei frati minori detti Cappuccini, iniziativa che trovò nell’illustre interlocutore un inatteso vivo interesse. Era l’inizio di una collaborazione che impresse una forte accelerazione nella diffusione del nuovo Ordine francescano dei Cappuccini, che era stato appena approvato dal papa Clemente VII, parente della duchessa, con la bolla “Religionis zelus” del 1528. È altresì noto come poi il successo di adesioni al nuovo ordine determinò nel 1542 un intervento sanzionatorio quando l’Ochino, divenuto nel frattempo Generale dell’Ordine, aderì pubblicamente alla Riforma luterana.

SITO IN ALLESTIMENTO

Copyright © 2017 www.shakespearetoitaly.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.