Palazzo dei Normanni

 

La vicenda ha un reale contenuto storico, ma viene rappresentata attraverso una trasposizione con personaggi fantasiosi che alludono al periodo normanno del XIII secolo. Gran parte delle scene si svolgono nel Palazzo dei Normanni e i dettagli del testo, per descrivere l’ambiente della corte, corrispondono esattamente a quella che era la realtà di quel periodo. Un esempio per tutti è il particolare delle chiavi delle posterle per l’accesso al porto (anderer Hafen) o alla Cittadella, la piccola fortezza a difesa del porto (klainer Hafen). Questi riscontri sono stati resi possibili alle nostre indagini spigolando le cronache del tempo e confrontando le descrizioni con una mappa del Palazzo del XVI secolo in lingua nordica.

Il Palazzo reale era all’interno della grande fortezza dal lato opposto al mare, tra Porta Nuova e Porta Mazara. Come si evince dal testo, tutte le dodici porte delle mura venivano chiuse di notte. L’autore doveva conoscere bene le consuetudini di corte per entrare ed uscire dal palazzo. Le varie procedure che vigevano in quel tempo prevedevano l’accompagnamento di un nobile funzionario depositario di quelle chiavi di accesso sia del palazzo dei Normanni sia dell’attiguo porto. Infatti gli ufficiali normanni che avevano accompagnato re Polixenes a Palermo e che alloggiavano in città, quindi fuori delle mura, dopo gli incontri a Palazzo - nel lasciare la corte e tornare ai loro alloggiamenti - vengono accompagnati dal barone Camillo a ciò incaricato e depositario delle chiavi. (Primo atto, scena seconda).

Se quest’opera fosse stata composta da uno scrittore del nord Europa, poniamo dallo stesso William Shakespeare, quell’autore avrebbe usato, per indicare quella Corte le espressioni correnti in Sicilia in quel periodo storico, come Norman Castle o Royal Palace o comunque una locuzione che indicasse la sede del Regno normanno. Nell’intera opera Florio usa invece la locuzione di “Palazzo di Leonte, re di Sicilia” oppure di “Palazzo Reale” e inoltre “Polissene re di Boemia” ospite di Leonte re di Sicilia” in contrasto tra loro.

SITO IN ALLESTIMENTO

Copyright © 2017 www.shakespearetoitaly.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.