MILANO

Milano è forse la città dove Michelangelo Florio svolse più a lungo la sua opera di proselitismo a favore della Riforma, specie durante gli ultimi anni della sua permanenza in Italia.

Come noto in quegli anni del XVI secolo la comunità religiosa conosce i movimenti dei primi riformatori in Italia influenzati dalle nuove istanze proposte da Lutero e da Calvino. In Italia una notevole influenza ebbe l’azione dello spagnolo Juan de Valdés che riuscì ad aggregare un considerevole seguito di intellettuali, letterati, artisti e molti porporati della stessa Chiesa di Roma. Particolarmente numerosi erano i rappresentanti della nobiltà; tra questi e tra le più attive si dimostrarono le letterate Vittoria Colonna, marchesa di Pescara, la duchessa Giulia Gonzaga, la duchessa Renata di Francia e Caterina Cybo, duchessa di Camerino. Questo sodalizio femminile, antesignano per i tempi, ottenne da Clemente VII (parente della duchessa Cybo) il riconoscimento dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini con la bolla del 3 luglio del 1528 (“Religionis zelus”), alla cui guida come Generale del nuovo ordine fu chiamato infatti Bernardino Ochino. Questi, assieme a Michelangelo Florio, si accingeva a stabilire anche a Milano la prima sede dei Cappuccini. Dapprima la sede fu allocata presso la Cappella ducale di San Giovanni alla Vedra, nella zona di porta Ticinese e successivamente, con l’aumentare delle vocazioni, fu trasferita nel convento di San Vittore all’Olmo, nel borgo detto delle Oche (…evidentemente il destino presagiva…) la zona dove oggi vi è il carcere della città. Con le nuove disposizioni introdotte dalla Controriforma, ai Cappuccini viene conferito anche il gravoso compito di assistere i cittadini colpiti dalle ricorrenti pandemie, specie i poveri, onde le autorità ritennero utile assegnare a quell’ordine un convento più ampio, non in zona centrale della città come quella di San Vittore, ma più vicina al vasto complesso ospedaliero del “Lazzaretto”, realizzato qualche anno prima ( nel 1509 da Ludovico il Moro), fuori Porta Orientale oggi Porta Venezia in località San Gregorio, nella zona del naviglio della Martesana

SITO IN ALLESTIMENTO

Copyright © 2017 www.shakespearetoitaly.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.