Convento di San Frediano

 

Nel 1541 il teologo agostiniano Pier Martire Vermigli, priore a Napoli da alcuni anni, fu posto al centro di indagini del Santo Uffizio per il sospetto di simpatie nei confronti del circolo di Juan de Valdés e in particolare per la sua amicizia con il cappuccino Bernardino Ochino. Il suo ordine lo rimuove dall’incarico e lui accetta l’invito di amici che lo consigliano di lasciare il Regno di Napoli e raggiungere la Repubblica di Lucca, dove in quella città il Convento di San Frediano ospitava già da tempo intellettuali in contatto con gli spiriti liberi europei. Anche a Lucca Vermigli continuò il suo impegno evangelico facendo di quella comunità un centro di diffusione della richiesta per una riforma delle istituzioni ecclesiastiche. A Lucca, già agitata da movimenti di riforma, egli fu precettore in casa del nobile Niccolò Arnolfini, cugino del più famoso Paolo Arnolfini, che aveva già aderito alla Riforma luterana. Inoltre egli chiamò a Lucca il letterato Celio Secondo Curione, che in quel tempo insegnava a Pavia, anche lui seguace di de Valdés e amico di Bernardino Ochino. Non a caso la famosa bolla del 21 luglio 1542 di papa Paolo III “Licet ab initio”, che istituì l’Inquisizione in Italia, menziona il caso di Lucca come centro di diffusione dei testi luterani.

Il cardinale Bartolomeo Guidiccioni denunciava in quei giorni al Senato di Lucca il gruppo evangelico di San Frediano. A seguito di questi eventi molti di questi spiriti liberi, tra i quali Pier Martire Vermigli e lo stesso Bernardino Ochino si videro costretti a sottrarsi dalle persecuzioni e a rifugiarsi in Svizzera dove la Riforma era già stata attuata sia a Basilea che nelle valli dei Grigioni a confine del Ducato di Milano. Nel convento di San Frediano la loro assenza non determinò la fine delle attività evangeliche; la loro attività di divulgazione fu infatti proseguita da Celio Secondo Curione e dai proseliti Paolo da Lazise, Celso Martinengo, Emanuele Tramellio e Girolamo Zanchi.

SITO IN ALLESTIMENTO

Copyright © 2017 www.shakespearetoitaly.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.