LUCCA

Di Michelangelo Florio non si hanno notizie certe sulle origini della sua famiglia, né sul luogo e la data della sua nascita. I pochi elementi anagrafici rilevati dalle indagini indicherebbero che i suoi genitori fossero emigrati dalla Sicilia, rifugiandosi in Toscana nel primo decennio del XVI secolo. Tuttavia talune circostanze lascerebbero ritenere che Michelangelo nacque probabilmente a Lucca, città che ricorrerà più volte negli snodi attraverso i quali si svolgerà la sua tormentata vita errabonda in tanti paesi europei. Trasferitasi la famiglia a Firenze, i genitori dovettero affidare il loro bambino ad un locale orfanatrofio facendo perdere le proprie tracce. Ulteriori ricerche non hanno dato esito. A Lucca Michelangelo tornò da adulto più volte come frate francescano predicatore prima e come cappuccino riformato poi fino al 1550. Egli parla della sua città e della Toscana nelle opere “Tutto è bene quel che finisce bene”, “La bisbetica domata” e” Vita e morte di Re Giovanni”. In quel periodo storico la Repubblica di Lucca, gelosa della sua indipendenza politica, godeva del rispetto degli altri centri importanti della Toscana come Firenze, Siena, Pisa e Arezzo, spesso in guerra tra loro. Questa sua autonomia era supportata anche dalle sue fortune economiche al centro dei mercati della lavorazione delle sete e delle attività bancarie in tutta Europa. Grazie a tali contatti sia commerciali che culturali, Lucca divenne così un centro di diffusione delle idee riformatrici attraendo letterati, intellettuali e artisti da altre regioni.

Visualizza n. 
Titolo Visite
Convento di San Frediano 173

SITO IN ALLESTIMENTO

Copyright © 2017 www.shakespearetoitaly.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.