Il Monastero di San Francesco

 

Il monastero dei francescani era, come ancora oggi, in Piazza Ognissanti di fronte al porto sul fiume e su quella piazza che nel passato si chiamava appunto “del Porto”. A pochi passi dalla piazza sul muro del convento vi è ancora oggi una targa in pietra con inciso il simbolo di San Francesco; è l’emblema dell’ordine francescano (una croce con ai fianchi due braccia incrociate con le mani trapassate dai chiodi della crocifissione), posta sull’arco sovrastante un portone all’odierno numero civico 58. Era quello il Monastero dei frati indicato nel testo dell’opera “Tutto è bene quel che finisce bene”. È in quel convento che Michelangelo Florio dovrebbe aver fatto capo nei suoi ricorrenti soggiorni pastorali a Firenze fino al 1550. E questo spiega la sua perfetta conoscenza del quartiere e della città, che per lui rappresentava una seconda patria tanto da firmarsi nei suoi scritti, oltre che col suo nome, con l’epiteto di “il fiorentino”.

SITO IN ALLESTIMENTO

Copyright © 2017 www.shakespearetoitaly.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.