Chiesa di San Jacopo il Grande.

 

Nel XVI secolo le chiese dedicate al santo a Firenze erano addirittura cinque evidentemente per il notevole afflusso di pellegrini che da Santiago de Compostela si recavano a Roma o nei luoghi santi in Palestina percorrendo la via Francigena. Le ricerche condotte hanno individuato la chiesa, cui si riferisce “la vedova”, in quella che era detta la chiesa di “San Jacopo Maggiore Oltrarno” nel quartiere odierno detto appunto Borgo San Jacopo, la prima delle cinque entrando in città. Trattasi di una chiesa risalente all’anno Mille detta anticamente anche del Nicchio perché era meta dei pellegrini che vi si recavano per le funzioni in onore di quel santo patrono dove ricevevano in dono la “nicchia”, una conchiglia di capasanta usata per abbeverarsi durante il pellegrinaggio tra Roma e Santiago de Compostela. La facciata sul fiume infatti è caratterizzata da due grandi finestre a forma di conchiglia. Al tempo del Florio la chiesa era retta dai frati francescani Minori Osservanti, che il 25 luglio di ogni anno celebravano la festività di San Jacopo Maggiore e i pellegrini si recavano in processione fino alla vicina chiesa di Ognissanti, presso il loro convento, recando rami di olivo e di palme prima di riprendere il viaggio lungo la via Franchigena.

SITO IN ALLESTIMENTO

Copyright © 2017 www.shakespearetoitaly.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.