Porta Romana.

 

Chi proviene da Sud, procedendo verso Firenze, non può che entrare da Porta Romana, una delle porte che si aprivano lungo le mura della città fortificata. La descrizione dell’autore coincide esattamente con lo stesso percorso odierno seguendo la stessa toponomastica attuale attraverso Porta Romana lungo la via dei Serragli e il “Ponte alla Carraia”. Alla quinta scena del terzo atto, il personaggio Elena, rispondendo alla Vedova, che le chiedeva dove fosse di-retta, precisa: “Vado alla chiesa di San Jacopo. Ditemi, vi prego, dove alloggiano i pellegrini con le palme?” La Vedova risponde: “Al San Francesco, qui vicino al ponte”. Ancora oggi la via dei Serragli mena dalla Porta Romana al Ponte alla Carraia con a fianco il Borgo San Jacopo e la Chiesa sul lato destro della riva dell’Arno. Oltrepassato il ponte, oltre la via de’ Fossi, dove vi era un’altra chiesa dedicata a San Jacopo, detto appunto de’ Fossi, vi è infatti il Convento di San Francesco con la Chiesa di Ognissanti e il Porto sull’Arno.

SITO IN ALLESTIMENTO

Copyright © 2017 www.shakespearetoitaly.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.