FIRENZE

Per Michelangelo Florio le città di Firenze e di Siena sono i luoghi della sua gioventù e della sua formazione culturale. A Firenze egli compì gli studi classici mentre a Siena, dove fu mandato come frate predicatore francescano verso il 1537, maturò la sua formazione. Le due città erano divise da un conflitto che durava con alterne vicende da quasi tre secoli. Quando Michelangelo Florio venne destinato al convento francescano di Siena il conflitto era ancora in corso, sia pure con lunghe fasi di tregue tra una battaglia e l’altra a seconda di come, con gli anni, le contrapposizioni tra la Francia e l’Impero austro-spagnolo di Carlo V permettevano soluzioni di continuità bellica. L’Italia era costantemente percorsa da eserciti stranieri che si contendevano la supremazia europea mentre lo Stato della Chiesa si schierava con l’uno o con l’altro dei contendenti a seconda delle convenienze del momento.

Michelangelo Florio lasciò definitivamente Siena e l’Italia alla fine del 1550 quando il conflitto tra le due città era dunque ancora in corso. A quel tempo Siena era una repubblica retta dalla signoria dei Borghese, discendenti da Pandolfo Petrucci. Sicuramente fra Paolo Antonio - così era il nome impostogli in convento - sarà stato testimone di sporadiche battaglie, per questioni di confini, tra le truppe del Granducato di Cosimo I, guidate da Gian Giacomo marchese di Marignano e i soldati senesi, questi ultimi aiutati dai francesi, che sbarcavano nei vicini porti della costa. Quando nel 1552 Siena si sollevò contro la guarnizione imperiale di Carlo V, che la aveva occupata, le truppe francesi intervennero schierandosi a difesa della città contro Cosimo de’ Medici e l’ingerenza dell’imperatore Carlo V. Ne seguì una serie di battaglie tra cui quella della piana di Scannagallo in Val di Chiana, in cui l’esercito franco-senese comandato dal maresciallo di Francia Piero Strozzi subì una grave sconfitta. Siena fu così raggiunta e cinta d’assedio per anni. Si arrese solo nell’aprile del 1555. In quei giorni Florio era già esule per la seconda volta a Soglio nei Grigioni, dove abbozzò la trama di questa commedia collocandola appunto in quei frangenti. Non è certo arduo leggere nel testo delle varie opere il tracciato del percorso della sua vita.

SITO IN ALLESTIMENTO

Copyright © 2017 www.shakespearetoitaly.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.